NATHAN SAWAYA

hero-6

Chi è Nathan Sawaya ?

Nato a Colville, nello stato di Washington, Nathan Sawaya è cresciuto a Venea, Oregon. Vivace e creativo, il piccolo Nathan ama disegnare, inventare storie, dilettarsi in trucchetti di magia e, naturalmente… Costruire il suo mondo in miniatura coi mattoncini LEGO! I suoi studi in legge da adulto lo allontanano dalla vita di fantasia e creatività e lo proiettano in una carriera di avvocato di successo a New York. Ma come si dice: il lupo perde il pelo ma non il vizio! Dopo diversi anni di vita frenetica, Nathan Sawaya decide di abbandonare tutto e tornare alle sue vere passioni: il gioco, l’immaginazione e la creatività!
L’ispirazione artistica, repressa troppo a lungo, spinge Nathan a lasciarsi alle spalle la carriera e a dedicare tutto il suo tempo a costruire figure con i mattoncini LEGO, uno dei suoi primi grandi amori. Oggi Nathan Sawaya ha a disposizione più di 4 milioni di mattoncini colorati nei suoi studi di New York e Los Angeles, ed espone le sue creazioni in tutto il mondo.

Da dove nascono le sue idee?

Nathan Sawaya non ha scelto i suoi materiali a caso. Come per molti altri bambini, la sua passione per i LEGO nasce quand’è molto piccolo. Ma a differenza di molti di noi, lui non ha mai dimenticato i famosi mattoncini! Nathan aveva cinque anni quando ricevette in dono la sua prima scatola di LEGO per Natale. Incoraggiato da nonni e genitori, consapevoli della sua grande creatività, Nathan si mise immediatamente all’opera creando una serie fantasiosa di case, auto e animali. Qualche anno dopo, con altrettanta passione, iniziò a costruire un’intera città, che finì per coprire un’ampiezza di più di 30 metri quadrati! Quando aveva 10 anni i suoi genitori si rifiutarono di adottare un animale domestico, perciò Nathan decise di fabbricarselo da solo, costruendo un cane a grandezza naturale tutto in mattoncini LEGO. È stato in quell’occasione che Nathan realizzò che in mano sua i mattoncini potevano diventare tutto ciò che voleva, senza dover per forza seguire le istruzioni. Scambiando il suo lavoro in ufficio con quello nello studio all’inizio del 2000, Nathan Sawaya risvegliava oltre all’ispirazione artistica anche il suo spirito di bambino. Poiché a suo modo di vedere essi sono inseparabili, il processo che sta alla base della creazione delle sue opere si fonda necessariamente sul gioco, un elemento che molti considerano rivoluzionario nel mondo dell’arte.

Commenti chiusi